LeggiMontagna 2014: il premio

LEGGIMONTAGNA 2014

 

12^ edizione Premio Letterario
9^ edizione Premio Filmati-Video
3^ edizione Premio Scuole

 

Il Premio Leggimontagna 2014 è stato:

 

Letterario – 12^ edizione – sezioni Narrativa, Saggistica e Inediti (racconti);

Filmati-Video – 9^ edizione – sezioni Antropologica e Alpinismo.

Scuole – 3^ edizione – riservato agli audiovisivi prodotti dalle classi delle scuole primarie (secondo ciclo) e secondarie di primo grado degli Istituti scolastici di tutta la montagna friulana e delle aree confinanti di Austria e Slovenia. Il tema: la montagna in tutte le possibili interpretazioni.

 

Le premiazioni hanno avuto luogo il 19 e 20 settembre 2014 a Tolmezzo, in concomitanza con la Festa della Mela, alla presenza di autori, editori e registi delle opere vincitrici. È stata l’occasione per presentare il 6° volume della collana Sensazioni narrate, con i testi inediti premiati nelle due precedenti edizioni di Leggimontagna.

 

Gli altri appuntamenti di Leggimontagna 2014:

 

Anteprima Filmati-Video si è svolta dal 6 agosto al 17 settembre; sono state organizzate sei serate di proiezione dei film a concorso a Moggio Udinese, a Comeglians, a Forni di Sopra, a Tolmezzo.

 

Leggimontagna ha dedicato a Walter Bonatti e Rossana Podestà l’appuntamento del 6 settembre: la proiezione del docufilm W di Walter per la prima volta in Carnia. L’alpinista Mario Di Gallo ha affascinato la platea con una profonda riflessione su Bonatti e la “sua montagna”. La co-regista Paola Nessi ha raccontato com’è nato e cresciuto il film, fortemente voluto da Rossana Podestà, co-regista e soprattutto compagna di vita di Bonatti.

 

Il 19 settembre, aspettando la premiazione dei film, Appuntamento con l’Autore: Luca Calzolari, direttore della rivista del CAI Montagne360, ha presentato l’ultimo libro di Roberto Mantovani La scoperta dell’alta quota.

 

Il ciclo di conferenze organizzate in collaborazione con l’Università degli studi di Udine è iniziato il 20 settembre con L’Università per la Montagna, il confronto di idee tra Alberto Felice De Toni, Magnifico Rettore dell’Università degli studi di Udine, i docenti Elena D’Orlando, Laura Rizzi, Donata Levi, Michele Morgante, Antonio Massarutto, Mauro Pascolini, Andrea Tabarroni, Andrea Zannini, e la responsabile dell’Area Servizi agli Studenti Manuela Croatto, Attenta moderatrice Francesca Spangaro.
Al termine del convegno l’ASCA ha voluto attribuire un riconoscimento particolare agli operatori volontari del Soccorso Alpino delle aree contermini di Slovenia, Austria e Friuli Venezia Giulia.
Sabato 27 settembre, l’attenzione si è incentrata su Fonti energetiche rinnovabili e sviluppo sostenibile: quadro normativo e politiche pubbliche in prospettiva comparata ed europea. A questo secondo incontro organizzato in collaborazione con l’Università degli studi di Udine sono intervenuti Flavio Guella (Università degli studi di Trento), Silvia Bolognini (Università degli studi di Udine), Ulrike Haider-Quercia (Università degli studi G. Marconi di Roma), Jernej Letnar Černič, (Graduated School of Government and European Studies, Brdo pri Kranju), Pamela Lattanzi (Università degli studi di Udine).
Dolomiti, paesaggio e vivibilità attiva in un patrimonio UNESCO è stato il tema del terzo incontro di studi dell’anno.

 

Gian Paolo Carbonetto, giornalista e scrittore nonché giurato di Leggimontagna, ha condotto l’incontro con Ugo Morelli (Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio di Trento e Università degli studi di Bergamo), Alberto Felice De Toni (Magnifico Rettore dell’Università degli studi di Udine), Mauro Pascolini (Università degli studi di Udine, delegato al Parco Unesco), Elena D’Orlando (Dipartimento di Scienze Giuridiche, delegata per la Montagna), Giulio Magrini (Presidente dell’ASCA – Associazione delle Sezioni Montane del CAI) e Mariagrazia Santoro (Assessore regionale alle infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale, lavori pubblici, università).

 

Leggimontagna ha festeggiato Spiro Dalla Porta Xydias il 13 dicembre ad Aplis di Ovaro. Sergio De Infanti e Luciano Santin hanno dialogato con l’amico alpinista, scrittore e regista teatrale, una figura eclettica e complessa che ha vissuto di e per la montagna.

 

A Palazzo Veneziano di Malborghetto il 31 gennaio 2015, l’ultimo appuntamento di questa edizione del Premio: Quella volta nella meraviglia polare. Racconto musicale per quartetto, tenore e voce narrante dal diario di Marcello Manzoni, scritto in occasione del viaggio in Antartide con Ignazio Piussi nell’estate australe 1968-69. Per gli spettatori un viaggio virtuale tra estasi musicale e sogno poetico.